Il primato, 12 gare casalinghe e 12 vittorie

Il Martina batte il S.Vito 4-1 e resta saldamente al vertice della classifica con un punto di vantaggio sull’inseguitrice. Una sola partita divide il Martina Calcio dalla conquista dell’obiettivo stagionale che punta alla risalita.

Anche l’ultima gara casalinga del Martina si è conclusa con una vittoria e la società ha regalato al suo pubblico una domenica di sport e di festa, grazie anche a diverse attività collaterali organizzate nell’ambito del progetto ‘Martina Calcio 4 You’. L’ingresso in campo dei giocatori con indosso le magliette “IE JESCHE PACCE PE TE”, finalizzate alla raccolta fondi a scopo benefico da destinare al reparto di pediatria dell’ospedale SS Annunziata di Taranto. Presso lo Stadio, inoltre, è stata allestita una postazione per l’acquisto delle t-shirt, per dare il proprio contributo ad un progetto di aiuto e speranza per i più piccoli. I giocatori sono stati accompagnati in campo dalle squadre giovanili martinesi Red Boys e Futura Martina per un momento di condivisione del nuovo percorso sportivo, al fine di collaborare insieme al nuovo progetto di rinascita culturale e calcistica. A fine gara, inoltre, l’iniziativa dedicata ai più piccoli (e non solo) che hanno potuto scattare una foto insieme ai loro giocatori preferiti.

Il Martina è sceso in campo conscio dei propri mezzi e consapevole dell’importanza della gara da disputare contro una buona squadra in salute quale si è dimostrata il S. Vito, quarta in classifica. In attacco il pubblico ha potuto nuovamente apprezzare il tridente Laneve, Birtolo e De Tommaso molto incisivo già dai primi minuti di gioco. Nel corso del primo tempo la squadra ha subito una battuta d’arresto a causa dell’unica occasione trasformata in gol dal S. Vito. Il vantaggio della compagine brindisina, infatti, è stato siglato poco dopo il 20’ minuto su calcio di punizione. Ma un ispiratissimo Sergio De Tommaso, un quarto d’ora dopo, ha riportato il risultato sul pari mettendo a segno una punizione eseguita magistralmente dal limite dell’area. Poco prima dello scadere del primo tempo, sempre sugli sviluppi di una punizione battuta di De Tommaso, è il centrale difensivo Pascullo che, battendo tutti sul tempo, mette in rete il gol del vantaggio biancoazzurro. Nel secondo tempo pressing continuo del Martina, intenzionata a chiudere l’incontro valevole il primato della classifica, con la doppietta di Giuseppe Birtolo pienamente recuperato dopo l’infortunio che lo ha tenuto fuori per quattro turni.

È arrivata così l’ennesima vittoria del Martina che su 12 gare disputate in casa ha regalato 12 esaltanti vittorie al proprio pubblico che, anche in questa occasione, ha calorosamente incoraggiato la squadra durante tutta la gara.

Una domenica di festa per l’ultima gara in casa del Martina Calcio che ha unito ancora di più pubblico, tifoseria e società e di cui il Presidente Piero Lacarbonara ha riferito: “Abbiamo conseguito un ottimo risultato e una festa con i tifosi. Il risultato serviva ma continuiamo a pensare alla prossima e ultima importantissima gara. Vedere tanti bambini sfilare nel campo è stata un’emozione e le iniziative con le due società per creare cooperazione nella nostra città sono la dimostrazione che crediamo in queste collaborazioni. Il Martina è dei tifosi. Ed è per questo che il nostro tifo è sempre presente e ci segue ovunque. A Bitetto vogliamo festeggiare la promozione che tutti vogliamo ampiamente.”

Per festeggiare la vittoria definitiva, quindi, bisognerà attendere ancora 90 minuti: il Campionato si deciderà infatti a Bitetto, al termine dell’ultima gara della stagione.

 

“Asd Grumese Bitetto 1919 – Asd Martina Calcio 1947” valevole per la 26^ ed ultima Giornata di Campionato di Prima Categoria – Girone B si disputerà domenica 9 Aprile alle ore 16.00 presso il “Campo Comunale A. Antonucci” di Bitetto.

Non è prevista la prevendita dei tagliandi in quanto sarà possibile acquistare i biglietti direttamente presso il botteghino dello stadio, al costo di 3 €. La società del Bitetto ha assicurato che la tifoseria ospite potrà essere opportunamente accolta poiché non sono presenti vincoli strutturali.