Il Martina si concentra, a Ginosa sarà un’altra partita

Alle 16 e 30 al “Miani” di Ginosa il fischio d’inizio di una sfida dal sapore di big-match

Domani pomeriggio, con un’ora di ritardo rispetto al solito (16 e 30 invece che 15 e 30), allo stadio “Teresa Miani” di Ginosa si troveranno nuovamente di fronte Ginosae Martina Calcio, a sole 72 ore di distanza dalla gara d’andata di Coppa giocata al “Tursi” e vinta dai biancoazzurri martinesi per 2 a 0.

Sfida non nuova negli ultimi anni: due stagioni fa in Prima Categoria a Ginosa terminò 2 a 1 per i padroni di casa (Tenerelli, Paiano, Birtolo); lo scorso anno in Promozione vittoria del Martina grazie alla rete di testa di Pascullo.

Tanti i punti in comune tra le due squadre: uniche formazioni tarantine del girone A, inizialmente inserite nel B e poi spostate in seguito “a nuove approfondite verifiche” da parte della Lega;  ma ad accomunare Martina e Ginosa ci sono anche i colori sociali e i diversi ex che prenderanno parte alla gara: su tutti mister GiacomoPettinicchio, allenatore del Martina negli anni ’80, ma anche Pierangelo Carlucci e Bubacarr Camara, nelle fila biancoazzurre la passata stagione.

Una sfida che si preannuncia ben diversa rispetto all’antipasto infrasettimanale, in cui entrambi gli allenatori hanno fatto ruotare gli uomini a disposizione, tenendo a riposo gli acciaccati e dando minutaggio a chi ne aveva meno. Il Ginosa di Pettinicchio è partito quest’anno con i favori del pronostico, rafforzando la rosa con giocatori del calibro di O’Dwyer, Graziadei e Musa Leigh, oltre ai già citati Carlucci e Camara. All’esordio sconfitta per 2 a 1 in casa contro il Trulli e Grotte; nella seconda giornata vittoria in trasferta (3 a 1) a Barletta. Quattro le reti messe a segno, tutte dall’ex Spinazzola Musa Leigh. Per gli uomini di Marasciulola componente ambientale sarà un’altra difficoltà da tenere presente e per questo servirà l’apporto dei tanti tifosi martinesi pronti all’esodo per seguire in trasferta la propria squadra del cuore.

Ore 16 e 30, palla al centro. Non mancate !

Forza Martina