IMG-20170517-WA0014

Società al lavoro per la questione Tursi

Nella giornata di ieri la Società del Martina Calcio 1947 ha tenuto un nuovo incontro con il Commissario Straordinario Santoriello, per fare il punto sulla struttura dello Stadio Tursi.

 

Dietro precedente sollecitazione della stessa Società, il Commissario ha fatto procedere al taglio dell’erba presso lo Stadio, constatando così che il manto erboso risulta completamente bruciato e necessita di risemina dell’erba.

“Ancora una volta il Commissario Santoriello si è dimostrato una persona attenta e soprattutto molto disponibile – dichiara il Presidente del Martina Calcio, Piero Lacarbonara – Adesso l’interesse è capire come si intenda procedere. Il Commissario ha mostrato grande interesse e disponibilità verso la questione e ha immediatamente avviato la macchina amministrativa per capire, già dai prossimi giorni, come intervenire e soprattutto valutare se la strada del ripristino del campo sia possibile”.

Ad oggi, qualsiasi genere di intervento si vorrà adoperare sulla struttura, sarà ritenuto un intervento straordinario poiché, viste le condizioni di abbandono in cui la struttura ha versato per circa un anno, queste hanno reso il manto erboso impraticabile. La questione Tursi, però, non è limitata esclusivamente al terreno di gioco, bensì sono necessari interventi sugli spogliatoi e sulla struttura nel suo complesso.

Come emerso dal confronto con il Commissario Straordinario la soluzione va trovata ugualmente ed occorrerà procedere per priorità. Verrà istituita una Commissione in cui sarà interpellato anche il Commissario di Polizia, per valutare quale genere di restrizioni d’ordine pubblico sia opportuno applicare per la questione stadio e decidere congiuntamente le azioni da intraprendere.

La società attende ora una risposta in merito. Lo stato di abbandono in cui ha versato la struttura ha portato alla completa distruzione del manto erboso. Si auspicano interventi di manutenzione il prima possibile, visto che il Campionato di Promozione incombe e la squadra ha bisogno di giocare su un campo omologato dalla Figc. Il Tursi è l’unica struttura conforme della città.