“Inaccettabile” bozza di convenzione sullo Stadio Tursi

L’Asd Martina Calcio 1947 rende noto di aver ricevuto nella giornata di ieri – 30 Settembre 2016 – una ‘bozza di convenzione’, ovvero un documento formale, relativo alla questione sullo Stadio Tursi consegnato dall’Ufficio Patrimonio del Comune di Martina Franca, nella persona dell’Ing. Mandina.

“Tale bozza di convenzione è pervenuta alla dirigenza dell’Asd Martina Calcio 1947” – dichiara Nicola Vasco, Segretario Organizzativo – “a seguito di svariati incontri richiesti nel corso delle settimane: incontri negati, concessi solo parzialmente, trattati in maniera frettolosa e non approfondita. Durante alcuni degli ultimi incontri i soggetti interessati alla questione avevano palesato alla nostra società la possibilità di ricevere l’agibilità parziale solo del settore ospiti dello stadio Tursi, lato Via dello Stadio. Fino ad arrivare alla giornata di ieri dove, a seguito di numerose richieste, ci hanno presentato un documento che prevede delle condizioni che a nostro parere risultano quanto mai “illogiche” ed “inaccettabili” per come presentate”.

Nello specifico tale ‘bozza di convenzione’ risulta molto più onerosa rispetto alle convenzioni firmate gli scorsi anni dall’AS Martina Franca, società militante nel Campionato Professionistico di Lega Pro.

“Quello che più da all’occhio e senza una spiegazione plausibile dal nostro punto di vista” – continua Vasco – “è che la nuova ‘bozza di convenzione’ proposta prevede un canone mensile di 500 € a dispetto di quello precedente, dove l’importo corrisposto era di 2.000 € all’anno.”

“Si consideri” – conclude il Segretario – “che si dovrebbe rilasciare solo un settore rispetto all’intera struttura che era messa a disposizione della vecchia società. A questo proposito ci chiediamo con quale criterio sia stato fatto il calcolo presentato per quest’anno. In relazione al fatto, inoltre, che mentre gli scorsi anni era previsto un biglietto di ingresso allo stadio, in questa stagione sportiva la società ha deciso che l’ingresso sarà gratuito.”

La situazione prospettata nella ‘bozza di convenzione’ prevede quindi l’utilizzo di una parte limitata di Stadio Tursi, in condizioni peggiori ed obsolete rispetto agli altri anni, con un canone mensile più che raddoppiato rispetto al passato.

Inoltre, all’interno del documento prodotto dall’Ufficio Patrimonio del Comune di Martina Franca si chiede all’associazione sportiva dilettantistica di:

  • Firmare una cauzione di 10.000 € mediante polizza di fideiussione.
  • Addebitare alla neo costituita società tutti i costi di gestione, inclusi la manutenzione del manto erboso e dell’impianto di illuminazione.

Rispetto alla precedente gestione, inoltre, il Comune di Martina Franca non mette a disposizione neanche il servizio del custode, servizio in precedenza incluso.

Sulla questione interviene anche Damiano Carrieri, Vice Presidente dell’Asd Martina Calcio 1947 che afferma: “E’ palese che questa sia una convenzione decisamente onerosa rispetto al passato. Abbiamo inoltre un quesito importante da rivolgere all’Ufficio Tecnico: come mai una struttura del patrimonio del Comune di Martina Franca non ufficialmente dismessa non ha ricevuto in questo periodo interventi di manutenzione ordinaria? La società non si fermerà qui. Chiediamo un incontro ufficiale e pubblico con tutti gli enti coinvolti per una revisione del documento.

 

Venuta a conoscenza della ‘bozza di convenzione’ la tifoseria martinese, ed in particolare gli Ultrà Martina, condivide con la società l’improponibilità nel firmare il documento, così come proposto.  Gli Ultrà Martina hanno comunicato, inoltre, che già martedì p.v. organizzeranno un sit-in alle ore 18:30 in Piazza Roma di fronte al Comune di Martina Franca. Attraverso la loro presenza vogliono sensibilizzare sulla problematica e ricevere le risposte opportune dal Commissario e dagli Ingegneri degli Uffici Tecnici preposti.

La Società dell’Asd Martina Calcio 1947 impegnata comunque nel proseguo del Campionato, invita tutta la cittadinanza a sostenere la squadra nella partita di domenica 2 ottobre, alle ore 15:30 presso il Campo Pergolo, pur riconoscendo che tale struttura non presenta le caratteristiche ed i canoni idonei all’accoglienza di pubblico.