Allenamento sul sintetico per il debutto a Ginosa

L’inizio del Campionato è ormai alle porte e l’Asd Martina Calcio 1947 continua a lavorare dentro e fuori dal campo.

L’allenamento della squadra di Mister Gidiuli, oggi, si è volutamente svolto sul sintetico di Grottaglie in vista della partita di domenica 25 settembre contro l’Asd Ginosa. Infatti, secondo le modifiche al programma gare della FIGL – LND Comitato Regionale Puglia, rese note attraverso comunicato ufficiale n° 21, la gara di domenica prossima verrà disputata presso il Campo Comunale “Teresa Miani” er.ar di Ginosa. Cambio di campo da gioco, quindi, ma non di orario. Il fischio d’inizio del Campionato di Prima Categoria è alle ore 15:30.

La rosa è allestita e pronta al debutto e, dopo la presentazione dei giocatori e delle nuove iniziative della società, l’entusiasmo dei tifosi è palpabile. La società si è adoperata affinché tutto il nuovo materiale dedicato ai supporter venga fornito nel più breve tempo possibile e ha già rilasciato online il nuovo sito www.martinacalcio.it che si propone come nuovo punto di riferimento per gli appassionati ed i tifosi fuori sede, che potranno consultare in tempo reale le novità e gli aggiornamenti sul campionato.

Ma l’impegno della società continua anche nei confronti della questione stadio. Nella mattinata di domani, infatti, presso il Comune di Martina Franca si svolgerà un incontro tra il Commissario Prefettizio, il Commissario della Polizia di Stato, i Vigili del Fuoco ed i Dirigenti dell’Usl, per definire e deliberare sulla richiesta di agibilità dello Stadio Tursi. Come dichiarato dal Segretario Organizzativo, Nicola Vasco: “Speriamo che la riunione di domani sia decisiva perché cerchiamo risposte concrete e soprattutto definitive. Il campionato sta iniziando e non è più possibile procrastinare una questione così importante come quella della struttura. Speriamo in un buon esito dell’incontro. Non solo per la nostra società o per la squadra. Speriamo in un riscontro positivo per il bene di tutta la città e per il nostro sogno di aggregazione, che può diventare realtà in una struttura idonea ed accogliente come solo il Tursi può essere”.